MENU

Ristrutturazione Aziendale

Ristrutturazione e rilancio di azienda produttrice di tessuti in fibra di vetro rilevata da un concordato. E' stata creata una contabilità industriale e rifatti i costi prodotto; adeguata l'offerta commerciale e spostati gli acquisti di materia prima direttamente dai fornitori cinesi.
Former Guardia di Finanza officer turned private sector as CEO and manager; in 2010 he founded I4D Consulting, focusing on strategic consulting for SMEs. He is a Certified Public Accountant. Passionate about IT related to business organization and the Asian world. In his free time he reads, does puzzles and takes Winston, a Lagotto and Breton Spaniel mix, for walks. The best thing he has done in life (a bit late) are two beautiful children, half Italian and half Polish.

Table of Contents

Il Punto di Partenza​


La società nasce come tessitura e, a partire dagli anni ’40 del 900 si specializza, prima azienda in Italia, nella tessitura di fibra di vetro. L’ultima proprietà, una famiglia attiva nel commercio di materiali per l’industria nautica, era andata in difficoltà per la crisi del 2008, che aveva ridotto il mercato della nautica del 70/80% e aveva deciso di chiedere l’ammissione ad una procedura concorsuale.
I4D, dopo una veloce valutazione, decide di tentare il rilancio prendendo in affitto d’azienda l’attività.

Linee di intervento della ristrutturazione aziendale

La ristrutturazione aziendale si è articolata nelle seguenti azioni:

  • creazione di una contabilità industriale che ha permesso di identificare i margini dei diversi prodotti e quindi di indirizzare correttamente la rete commerciale
  • selezione della clientela, eliminando quella ritenuta inaffidabile finanziariamente, anche a costo di una riduzione delle vendite
  • superamento dei fornitori nazionali, e approvvigionamento della materia prima direttamente da fornitori cinesi
  • riorganizzazione interna e controllo maniacale dei costi.

Dopo alcune prove, vennero selezionati fornitori affidabili per qualità e prezzo con l’effetto di abbassare il costo d’acquisto della materia prima di circa un 30%.
La contabilità industriale permise di individuare diversi articoli che venivano venduti sottocosto o con margini assolutamente insufficienti: venne pertanto adeguato il listino dei prodotti e fatta una campagna di adeguamento prezzi presso tutti i clienti interessati.

La selezione della clientela e l’assicurazione del credito, infine, riportarono il rischio entro limiti assolutamente ragionevoli.
Gli effetti dei cambiamenti impressi permisero alla società di conseguire l’utile sin dal primo esercizio e di raggiungere in tempi rapidi un elevato rating bancario.
La società proprietaria, nel frattempo, non riesce a mantenere gli impegni del piano concordatario e fallisce. I4D partecipa all’asta e acquisisce l’attività dal curatore fallimentare, senza ulteriore apporto di capitale.

Uscita dall’intervento

Dopo 5 anni di attività – sempre in utile – la società viene rivenduta ad esponenti di nuova generazione appartenenti alla famiglia degli originali proprietari.

LinkedIn
Facebook
WhatsApp